counter
CONDIVIDI SU:
Facebook TwitterDelicious Digg Stumbleupon Favorites More

Per ritirare i PREMI è necessario che ogni band o artista ci contatti al 3202217420

GALASSIE AMICHE CI ACCOMPAGNANO NEL VUOTO DELL'UNIVERSO

Scoperte 8 galassie nane che ruotano attorno alla Via Lattea. Esse si aggiungono a un’altra ventina che ci accompagnano nell’Universo

E’ certo che a nessuno di noi cambia qualcosa nella vita di tutti i giorni. Le distanze cosmiche sono così profonde che anche quando si scopre qualcosa di “vicino” è comunque irraggiungibile da una qualunque navicella e spesso anche la mente umana fa fatica ad immaginare le distanze esistenti. Tuttavia fa piacere sapere che la nostra galassia, la Via Lattea, non vaga solitaria nell’Universo, ma è circondata da altre galassie più piccole che l’accompagnano negli spazi infiniti. E recentemente un gruppo di ricercatori che lavora al Progetto denominato Dark Energy Camera, o Des, che si propone di cercare e studiare l’”energia oscura” che costituisce circa il 70% della composizione dell’Universo, ha scoperto l’esistenza di 8 piccoli oggetti, se confrontati con la Via Lattea, che circondano quest’ultima. Dalle analisi sembra che siano galassie nane che risultano essere satelliti della nostra galassia.

Galassie amiche ci accompagnano nel vuoto dell'universo

La posizione di alcune galassie nane scoperte dal Progetto Des che si propone di studiare l’”energia oscura” presente nell’Universo. Crediti: Des

Sono chiamate “nane” perché il numero di stelle che esse ospitano è notevolmente inferiore rispetto a galassie come la Via Lattea, che ne contiene da 100.000 a 200.000 o Andromeda, che ne possiede circa 400.000. Le nane invece, arrivano ad una popolazione stellare di qualche migliaio di astri, anche se la più piccola ne conterrebbe solo 500. Le galassie nane tuttavia, sono di grande interesse per gli astronomi, perché sembra che essere siano i mattoni delle galassie più grandi. La loro aggregazione infatti, ha costruito le galassie che oggi popolano l’Universo. Stando a diverse ipotesi galassie come la nostra dovrebbero avere decine, se non centinaia di galassie satelliti, ma la loro luminosità assai debole (sono circa un miliardo di volte meno luminose della Via Lattea) le rende difficili da rilevare, nonostante siano così vicine a noi. La galassia nana più vicina alla nostra infatti, si trova a “soli” 80.000 anni luce, mentre la più lontana a 700.000 anni luce.

Galassie amiche ci accompagnano nel vuoto dell'universo

Una rappresentazione di una galassia nana o galassia satellite che accompagna la Via Lattea. Crediti: http://pics-about.space/

I ricercatori del progetto Des studiano e tengono sotto controllo centinaia di milioni di galassie per verificare i loro spostamenti e da qui capire gli effetti dell’energia oscura che sembrerebbe dare alle galassie un’accelerazione altrimenti inspiegabile, che le fa allontanare più di quanto dovrebbero. Nel fare questa continua mappatura del cielo i ricercatori del Des non scrutano solo le galassie più lontane, ma quando capita nei loro obiettivi anche quelle vicine come le nane appena scoperte. Grazie a questo lavoro quest’anno sono state rilevate 17 galassie nane, mentre altri lavori ne hanno avvistate 3. Venti galassie che si affiancano ad altre 24-25 galassie nane precedentemente scoperte.

Galassie amiche ci accompagnano nel vuoto dell'universo

La Grande Nube di Magellano vista da Terra. Crediti: Wikipedia

Va sottolineata una curiosità. Molte galassie nane sono state trovate in prossimità della Grande e della Piccola Nube di Magellano, le prime galassie satelliti della Via Lattea ad essere scoperte e certi dati farebbero pensare che le nuove nane siano satelliti delle Magellano. Dice Risa Wechsler del Slac Natioanl Accelerator Laboratory: “Se così fosse sarebbe davvero affascinante anche perché le galassie satelliti di galassie satelliti sono previste nei modelli che cercano di spiegare l’esistenza di materia oscura (materia che fa sentire la sua esistenza, ma di cui non si conosce la composizione)”. Ciò significherebbe che il rilevamento del cielo sempre più accurato sta dando ragione alle ipotesi teoriche.

Leggi anche:

• L'universo morente
• La luna blu e la sua leggenda

• Tramonto blu su Marte
• In prima fila per l'evento del millennio
• Scoperte cinque stelle sorelle
• Sistema Solare 2.0
• Quartetto di Quasar: l'eccezionale scoperta 
• Vulcanismo attivo su Venere
• Persa nel vuoto cosmico
• "Fu la luce" e subito dopo "fu l'acqua"
• Orizzonti inesplorati: uomo su Plutone

Inviami un'e-mail quando le persone lasciano commenti –

Emanuela Petroni

Per aggiungere dei commenti, devi essere membro di ANIME di CARTA di Emanuela Petroni!

Join ANIME di CARTA di Emanuela Petroni

Ascolta la nostra RADIO ...ogni sera interviste e CONCERTI del Festival ANIME di CARTA

Ricerca