counter
CONDIVIDI SU:
Facebook TwitterDelicious Digg Stumbleupon Favorites More

Per ritirare i PREMI è necessario che ogni band o artista ci contatti al 3202217420

IL GHIACCIO SEPOLTO DI MARTE

"Dalle analisi che abbiamo realizzato risulta che il ghiaccio d'acqua presente su Marte corrisponde a oltre 150 miliardi di metri cubi”, è questo il risultato di uno studio realizzato da Nanna Bjørnholt Karlsson che insieme ad un gruppo di ricercatori del Niels Bohr Institute dell'università di Copenhagen, hanno delineato con precisione la presenza e la quantità di ghiaccio che esiste su Marte. Centocinquanta miliardi di metri cubi corrisponde a non più del 5% del ghiaccio che copre la Groenlandia e quindi non è un valore elevato, tuttavia date le piccole dimensioni del pianeta esso potrebbe coprire l'intera superficie con uno strato spesso poco più di un metro.

Il ghiaccio sepolto di Marte

Così appaiono i ghiacciai alle macchine fotografiche: una distesa di polvere. Ma il radar delle sonde è in grado di oltrepassare lo strato di terra e mettere il luce la presenza di ghiaccio.

I ricercatori sono arrivati a questa conclusione analizzando e intrecciando tra loro le numerose informazioni che le sonde che hanno orbitato e che orbitano intorno al Pianeta Rosso hanno ottenuto negli ultimi decenni. Fin dagli anni Settanta si sapeva che sotto la coltre di polveri e sabbie marziane vi era del ghiaccio anche a latitudini non polari, ma per molto tempo non si sapeva se il ghiaccio era d’acqua o di anidride carbonica. Questo dubbio è stato recentemente fugato ed ora sappiamo che il ghiaccio in questione è composto di acqua.

Il ghiaccio sepolto di Marte

I punti azzurri indicano la presenza di ghiacciai. Essi coprono due fasce a latitudini che sulla Terra corrispondono a quelle del sud dell’Inghilterra. Oggi sappiamo con certezza che si tratta di ghiacciai composti da ghiaccio d’acqua.

A svelare il mistero sono stati soprattutto i radar a bordo delle sonde che sono in grado di capire dalla riflessione delle onde radio qual è la composizione del ghiaccio. Nel 2008, lo SHARAD (Mars SHAllow RADar sounder) della sonda della NASA Mars Reconnaissance Orbiter (MRO) rilevò ghiaccio d'acqua appena sotto la superficie rocciosa nel bacino Hellas, un grande cratere d'impatto situato nell'emisfero meridionale del pianeta. Il ghiacciaio era grande tre volte Los Angeles ed era spesso quasi un chilometro. Nell'ultimo anno, un gruppo del Bryn Mawr College e del Freie Universitaet Berlin ha trovato le prove mineralogiche dell'esistenza di ghiacciai anche nella zona nota come Valles Marineris, il canyon più lungo del Sistema Solare e che si trova a latitudini prossime all’equatore. Poi sono stati analizzati tutti gli altri ghiacciai noti e molto più piccoli dei precedenti e tutti sono risultati di ghiaccio d’acqua.

Il ghiaccio sepolto di Marte

I radar a bordo delle sonde in orbita attorno a Marta sono in grado di penetrare la superficie del pianeta con le onde radio e di determinare dimensioni e spessore del ghiaccio

I ricercatori hanno potuto anche analizzare le variazioni di spessore del ghiaccio nel corso del tempo, esattamente come viene fatto per i ghiacciai terrestri. Da un punto di vista pratico il ghiaccio scoperto potrebbe essere una fonte d’acqua importante per le future missioni umane, ma da un punto di vista scientifico la sua ubicazione darà modo di tracciare meglio la storia del pianeta.


Pubblicato da Meteo.it il 10 aprile 2015

Redattore Scientifico - Luigi Bignami

Il ghiaccio sepolto di Marte
Meteo Stadio 15 16
Parchi Divertimento e AvventuraLe previsioni per i Parchi italiani
Webcam Italia
clicca qui

www.16mm.it

La nostra missione è mandarti in TV!

clicca qui

www.videomediaset.it

Rivedi i tuoi programmi preferiti!

clicca qui

www.sportmediaset.it

MotoGp, superbike, calciomercato!

 

 

Inviami un'e-mail quando le persone lasciano commenti –

Emanuela Petroni

Per aggiungere dei commenti, devi essere membro di ANIME di CARTA di Emanuela Petroni!

Join ANIME di CARTA di Emanuela Petroni

Ascolta la nostra RADIO ...ogni sera interviste e CONCERTI del Festival ANIME di CARTA

Ricerca