• Sab. Lug 31st, 2021

“ANIME di CARTA” si divide in 2 GRUPPI

DiRedazione

Mar 20, 2021

“ANIME di CARTA” si divide in 2 GRUPPI

“Anime di carta” è un movimento culturale che si occupa di arte, teatro, cinema, musica, danza, pittura, poesia, letteratura, scultura, fotografia…

Questo “fermento” d’arte è nato a Rieti nel 2002 ed opera in tutte le città italiane ed in particolare a Roma; ma è conosciuto e seguito in tutto il mondo grazie alla creazione e alla divulgazione dei numerosi eventi che ogni anno vengono seguiti da un pubblico in continua crescita. 

Il movimento “Anime di Carta” è stato fondato dall’attrice e regista EMANUELA PETRONI

Il movimento culturale si divide in varie categorie artistiche secondo una nomenclatura specifica: 

1° GRUPPO  – “Anime di carta in un giardino di cristallo” è il gruppo teatrale che annovera oltre 5.000 artisti tra attori, registi, scenografi, sceneggiatori, truccatori, costumisti, pittori, scultori, fotografi, danzatori, artigiani, musicisti e tecnici.

Si tratta di una compagnia innovativa, con alte ambizioni artistiche e culturali.
Questo gruppo di artisti si propone di presentare al pubblico rappresentazioni innovative, in prosa italiana e di cultura internazionale.
Le attività artistiche “Anime di Carta” partono dal classico per approdare allo sperimentale, proponendo spettacoli originali e molto particolari 
(spettacoli etnici con studi antropologici, spettacoli di arte-terapia impegnati nel sociale, laboratori gratuiti di teatro, rievocazioni storiche, spettacoli per bambini, percorsi artistici per disabili, Cene con delitto, Weekend in giallo, scene di vita quotidiana nei borghi medievali e nei castelli, spettacoli religiosi e vita dei santi, teatro didattico per attività scolastiche, cantastorie, marionette e burattini, teatro delle ombre, teatro danza butoh, percorsi enogastronomici abbinati con serate musicali, mostre di quadri, sculture e fotografie, presentazioni di libri, letture di poesie e interpretazioni varie.)

Attività e traguardi che la compagnia intende perseguire con i suoi componenti:

Si tengono vari incontri gratuiti dove la lingua, lo studio del testo, dei tempi storici e delle poetiche si confronteranno con la realtà di una rappresentazione aperta, viva, dialogante e reagente.
Tutto termina con performance collettive (spettacoli) nei teatri, nelle piazze, sulle strade, nei centri per giovani o per anziani, nei centri turistici…

Gli incontri sono incentrati sulle seguenti attività:
– esercizi che riducono le tensioni psicofisiche;
– esercizi che rendono più flessibile il senso d’identità dell’attore stesso;
– esercizi di improvvisazione.

Il lavoro si sviluppa attraverso diversi stadi:
– training;
– analisi e strategie di lavoro;
– lavoro sul suono e sulle componenti ritmiche;
– lavoro associativo sui singoli attori;
– lavoro di gruppo per composizioni scenografiche, costumistiche e coreografiche.

I vari laboratori sono dunque incentrati su un’analisi delle varie strategie di lavoro fisico con il testo da rappresentare, e partendo da questo esercizio fisico individuale e personale, come punto principale del lavoro, si da spazio alla sperimentazione personale di ognuno, con un’azione priva di pregiudizi e schemi, libera nello spazio e nel tempo fisico e metafisico.

Vengono seguiti i metodi, i sistemi e le tecniche teatrali di Decroux, Coapeau, Brook, Barba, Stanislavskij, Grotowski, Strasberg; sviluppando contemporaneamente i movimenti rigeneratori della Biomeccanica di Mejerchol’d, Qi Gong, Hata Yoga, Bioenergetica etc.
e si apprendono infine le innovative teorie e tecniche create dalla dottoressa EMANUELA PETRONI (fondatrice del movimento “Anime di carta”, nonché regista e docente )
Il tutto al fine di intraprendere un’attività teatrale non solo culturale ma anche volta al conoscersi meglio (come terapia insomma); al fine di sviluppare la consapevolezza della propria creatività e delle proprie risorse personali: aumentando la fiducia in se stessi e negli altri; migliorando il proprio stile di vita; agevolando l’auto-conoscenza; interagendo meglio con gli altri e divertendosi!

Si passa quindi per le seguenti fasi:
– Rilassamento e recupero del contatto con lo spirito ed il corpo tramite il respiro e la voce.
– Improvvisazione ed azione scenica.
– Drammatizzazione, costruzione ed uso della maschera, ascolto e arte del contatto spirituale e fisico.
– Musica ritmo e suoni.

Le colonne sonore dei vari spettacoli sono concepite e strutturate secondo temi, spazi sonori, assonanze e dissonanze timbriche che tendono ad evocare e a dare profondità alle più segrete suggestioni emotive e psicologiche del testo teatrale. Si realizza così un vero e proprio paesaggio sonoro dove percussioni persiane, canti indiani, e suoni di strumenti di antichissime origini si “mescolano” a campionamenti moderni e alla musica sperimentale contemporanea al fine di arrivare ad una contaminazione di vari timbri e mondi musicali che rimanda a situazioni che toccano tutte le corde delle esperienze umane.
Una vera e propria profondità sonora dunque che amplifica il mondo psicologico ed arcano di ogni personaggio sulla scena: un’ascesi verso la divinità metafisica dell’animo e la conoscenza.
Le emozioni, durante gli spettacoli firmati “Anime di carta”, scorrono sempre nella fusione di musica, voce, immagini, luci e costumi. 
Una vera e propria trasformazione continua in cui i piani della realtà e del sogno si confondono.
Solo così loro realizzano opere teatrali mettendo in scena il loro spirito.

2° GRUPPO  -“Anime di carta in vibr-Azioni sonore” è il settore musicale di Anime di carta ed annovera oltre 4.000 gruppi musicali provenienti da ogni regione d’Italia, da molte città d’Europa e da svariati paesi del Mondo.
EMANUELA PETRONI, direttrice artistica del movimento culturale, per garantire agli artisti massima visibilità e ottime possibilità di lavoro futuro, da svariati anni cerca di dare la possibilità ad ogni musicista di presentare la propria musica grazie al Festival Internazionale per musicisti e gruppi emergenti “ANIME di CARTA in vibr-Azioni sonore”.
Ogni mese partecipano gratuitamente centinaia di band; musicisti che hanno così la possibilità di proporre le proprie sperimentazioni musicali trovando nel locale a loro disposizione un fonico che li segue durante il sound check e durante l’esibizione; e soprattutto le strumentazioni di cui hanno bisogno compreso un ottimo impianto audio e luci. 
L’ingresso durante le serate è sempre GRATUITO affinché l’arte sia accessibile a chiunque, dando così uno smacco morale nei confronti dei festival che vengono fatti solo per lucrare sugli artisti, uno smacco morale nei confronti di quelle organizzazioni nate solo per prendere fondi o per sponsorizzare vergognosamente situazioni politiche, uno smacco morale nei confronti di quei concorsi fantasma organizzati solo per far vincere gli amici degli amici…

Tutto ciò contribuisce a rendere il Movimento Anime di carta una prospettiva alternativa che permette agli artisti di avere una dignità rendendoli scrutatori vigili e attenti di ciò che si crea istante dopo istante, sera dopo sera, evento dopo evento!

L’intento di “Anime di Carta” nei confronti di ogni artista è quello di mostrare le proprie creazioni mettendo a nudo la loro anima, fare ascoltare la propria arte che in realtà è lo specchio dei loro sogni, far sentire la propria voce che illustra artisticamente le loro idee!




(Visited 48 times, 1 visits today)